Carpaccio del viveur

 

Il piatto originale fu creato a Venezia, Patria dell’omonimo Pittore (1455-1526),

  dal mitico proprietario dell’Harry’s Bar, Giuseppe Cipriani, nel 1950 l’anno della grande mostra di Carpaccio a Venezia

   

Tempo: 20'   Difficoltà: Facile

 

Vino: Val di Cornia Ciliegiolo D.O.C.

Caratteristiche Organolettiche

Rosso  rubino intenso . Profumo fruttato, vinoso, Gusto secco , di corpo abb. Tannico e sapido

Caratteri del vino

Può affinare per 4 anni

 

Consigli: La rucola selvatica è più saporita ed afrodisiaca di quella coltivata, ma non basta, fra quella selvatica è decisamente più efficace la pianta che cresce tra i muri vecchi e diroccati. Se abitate a Roma, o se passate di là, fatevi portare sulla via Appia Antica e raccogliete quella che cresce presso gli antichi ruderi: discende direttamente da quella sacra a Priapo.

 

Ingredienti per 2 persone

 

-         Filetto di manzo in fette sottilissime: 100 g

-         Rucola selvatica: un mazzetto

-         Parmigiano: scaglie

-         Limone, succo: uno

-         Salsa Worchester: qualche goccia

-         Tabasco: qualche goccia

-         Sale: un pizzico

-         Olio extravergine di oliva: q.b.

 

Esecuzione

 

1)      Mescolate il succo di mezzo limone, le due salse, il sale e l'olio, emulsionando bene il tutto.

 

2)      Controllate il sapore ed aggiungete eventualmente il rimanente succo di limone.

 

3)      Lavate la rucola, asciugatela bene e spezzettatela con le mani.

 

4)      Distendete con cura la carne su un vassoio, disponetevi sopra la rucola e le scaglie di parmigiano.

 

Buon appetito